Orte

 

Stemma di Orte
Stemma di Orte

Orte si fregia di una storia millenaria ricca di lustro iniziata con la civiltà degli Etruschi, proseguita sotto l’egida romana ed evolutasi soprattutto nell’Alto Medioevo. Terra di conquista di Longobardi e Arabi, conobbe sempre fasi positive che hanno contribuito ad accentuare la sua vocazione commerciale e una cifra demografica attestata sui 5.000 individui nel 1330, destinata a un incremento progressivamente più fievole data la recessione economica del XVI secolo.

Pastorizia e lavorazione della lana hanno fatto da base per l’ascesa di nobili famiglie che si sono rese autrici di un fitto programma di arricchimento architettonico con appendici artistiche assai gradite al centro storico. Nel 1864 il profilarsi della ferrovia pontificia e, più avanti, il passaggio dell’Autostrada del Sole e della superstrada Civitavecchia-Orte-Cesena, contribuirono a rafforzare il carattere di crocevia urbano, sicché oggi Orte può dirsi cittadina molto frequentata e costantemente “sul pezzo”, come si usa dire in gergo giornalistico.

Certo, la seconda guerra mondiale arrecò ingenti danni e una sensibile quantità di distruzione, ma la forza di un paese si vede soprattutto dalla sua capacità di rialzare la testa e rimboccarsi le maniche: il simbolo del riscatto si è incarnato nella Chiesa dei Santi Giuseppe e Marco, elemento di risalita di una Orte mai doma premiata nel 2005 dall’allora Presidente della Repubblica con la Medaglia di bronzo al valor civile.

«Piccolo Comune di circa duemila abitanti, durante l’ultimo conflitto mondiale, subì violenti bombardamenti che causarono numerose vittime civili e la quasi totale distruzione dell’abitato e delle strutture industriali e commerciali. I sopravvissuti dovettero trovare rifugio nei paesi vicini e nelle campagne, in casolari isolati o in grotte improvvisate. Nobile esempio di spirito di sacrificio ed amor patrio.»
— 1943 – 1944/Orte Scalo (VT)

Orte sotterranea

Suggestiva è la visita dei cuniculi che costituivano l’antico acquedotto di epoca preromana, con fontane, cisterne e pozzi scavati nel basamento di tufo. Altre particolarità ipogee sono le colombaie ricavate nella parete prospiciente la valle del Tevere e il pozzo per la conservazione della neve, ove venivano custoditi i medicinali del locale ospedale.

Concattedrale di Santa Maria Assunta (Orte)
Concattedrale di Santa Maria Assunta (Orte)

Pubblicato da wikituscia

Wiki Tuscia è un'enciclopedia online a contenuto libero dedicata alla Tuscia. Lanciata da Meconi Carletto il 29 Novembre 2019.